FriendFeed ha chiuso

Avevano annunciato la chiusura di FriendFeed per il 9 Aprile 2015 già diverso tempo fa, così quando il calendario ha segnato la data x, una serie di stati emotivi si sono affastellati in casa mia.

Schermata 2015-04-11 alle 12.33.15

Perché dico a casa mia? Non perché fossi così attiva nel socialino (anzi a dir la verità feci l’iscrizione ma non l’ho mai usato) o perché ci fossi particolarmente affezionata in prima persona, ma perché Daniele, mio marito, lo adorava.

Quindi il 9 aprile è stata una giornata mesta, lui aggiornava il feed, aveva nel secondo monitor sempre in primo piano la finestra aperta, contava le ore, complice poi il fuso orario o altre problematiche, il 9 FF resisteva online, quindi: speranza, commenti del tipo “ok siamo così piccoli che non si ricordano nemmeno dove stanno i server” poi ieri sera, 10/04/15 intorno alle 22:30 il redirect.

FriendFeed è ufficialmente chiuso.

friendfeed-logo

Nonostante abbia acquisito negli anni (pochi purtroppo) il nomignolo del Socialino dell’odio FriendFeed, era l’unico posto scevro totalmente da gente imbecille e quelli che erano scemi, come più avanti leggerete lo erano a livelli altissimi, dove ci si poteva scambiare esperienze, condividere realmente delle cose con la partecipazioni di tutti, senza algoritmi di popolarità, senza pubblicità, senza marketing, senza scopi di lucro insomma, dove i like contavano a peso d’oro e i commenti costruivano dei veri e proprio flussi di coscienza o portavano il PostInVacca in un modo così esilarante che si poteva leggerli per ore e ridere fino alle lacrime.

Friendfeed è morto davvero. L’unico social network che abbia mai avuto un senso, un posto in cui essere Vip non serviva…

Posted by Massimo Santamicone on Saturday, April 11, 2015

Un piccolo paradiso impalpabile dove persone di tutte le estrazioni sociali si mettevano davanti ad un computer e tiravano fuori delle vere perle di satira, polemica, informazione, aggiornamenti, se stavi dentro FriedFeed sapevi le cose prima, prima di tutti.

Ovviamente non si può certo frenare la polemica: “Il 10 agosto 2009, FriendFeed è stato acquistato da Facebook per 15 milioni di dollari in contanti e 32,5 milioni di dollari in azioni Facebook

Dall’acquisto di Facebook viene interrotto lo sviluppo di questo social network e, in alcuni casi, anche la manutenzione, termina l’integrazione con Twitter ma ciò non ne ferma l’utenza che lo utilizza come un vero e proprio social network che, negli ultimi periodi, era composta prevalentemente da italiani e turchi.”

È normale che ora si scateni tutta una serie di conseguenze che partano dal semplice “eh va be’ potevate fare qualcosa” al “brutto bastardo ti sei preso i soldi e te ne sei fregato” infatti in queste ultime ore, il caro vecchio Benjamin Golub credo stia spalando decine e decine di insulti inevitabili.

Si ok era solo un social network, era solo un posto di ritrovo virtuale, ma alla fine era figo.

 

Io lo leggevo perché Daniele me lo leggeva, condivideva con me tutte le anteprime, le news, i flame e sono contenta di aver vissuto alcune cose anche grazie a FriendFeed, tipo la caccia al tesoro a Milos, o le esperienze di viaggio di un uomo speciale che ha visitato il mondo e lo ha raccontato a loro, incuriosendoci e dandoci la possibilità di conoscere cose che nessuno mai magari ci racconterà più.

Insomma, Facebook si sarà anche preso con l’acquisizione la funzione dei like, avrà anche copiato l’aggiornamento in tempo reale del feed ma non è riuscito e mai riuscirà a ricreare quello che c’era lì dentro.

 

Tags from the story
More from Mandolina

Hot Milk Sponge Cake versione Gluten Free

La Thailandia tarda ad arrivare, sto ancora raccogliendo tutte le fotografie, catalogandole...
Read More

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *